Selettori generici
Solo corrispondenze esatte
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Selettori del tipo di post
Contatto

Quali sono i vantaggi di un teatro mobile Vanguard, configurato come 'hub elettivo'?

13 novembre 2023
< Torna alle notizie
Glen Burley (Amministratore delegato) e Harkamal Heran (Direttore operativo) della South Warwickshire University NHS FT, parlano con il CEO di Vanguard, Chris Blackwell-Frost

Glen, Harkamal e Chris si sono incontrati per questa discussione al Warwick Hospital, circa un mese dopo che l'NHS Foundation Trust della South Warwickshire University ha iniziato le procedure ortopediche in una sala operatoria mobile a flusso laminare Vanguard. Puoi guardare l'incontro qui o leggerne alcuni estratti qui sotto.

Per una maggiore comprensione, c'è un caso di studio, Qui

E per una prospettiva diversa di questo progetto, puoi guardare una conversazione tra Chris e Tim Robertson, consulente chirurgo ortopedico presso il Warwick Hospital, fai clic su Qui

Chris:

Al momento stai ottenendo buoni risultati nella classifica RTT (Referral to Treatment Times). Penso che i primi cinque siano quello che abbiamo sentito, in realtà. Allora, qual era la logica alla base del tentativo di entrare in un teatro Vanguard?

Glen:

Bene, in primo luogo, abbiamo la capacità di aiutare il resto del servizio sanitario nazionale. Sebbene siamo molto concentrati nel mantenere i tempi di attesa quanto più bassi possibile a livello locale, c'è un'enorme opportunità per migliorare i tempi di attesa in molte organizzazioni intorno a noi. Ci sono un certo numero di strutture che hanno attese davvero lunghe e i loro pazienti potrebbero venire qui abbastanza facilmente per un intervento chirurgico.

Harkamal:

Quando parli di essere tra i primi cinque, T&O (traumatologia e ortopedia) è uno dei migliori del paese. Quindi, data la nostra esperienza nell'offerta di mutuo aiuto, ha senso che questa sia l'area in cui continueremo a investire.


Chris:

Capisco che questa sia la prima volta, o una delle prime volte, in cui il polo chirurgico è stato creato su un sito di pronto soccorso e trauma. Questo ti crea ulteriori sfide?

Glen:

Sì, ma penso che sia il posto giusto per intraprendere un intervento chirurgico, soprattutto per il profilo di età dei pazienti che abbiamo. Non si può mai essere sicuri che possa esserci una complicazione nell’intervento. Quindi, essere su un sito che contiene medici e medici che si occupano di assistenza agli anziani, è importante. Penso anche che sia davvero importante per il Servizio Sanitario Nazionale utilizzare tutta la sua capacità in sala operatoria, e probabilmente 90% delle sale operatorie si trovano in siti acuti. Quindi, se rinunciamo a riuscire a ottenere produttività dai siti acuti, avremo non pochi problemi.

Chris:

Quel pezzo sulla produttività è davvero interessante. Avere una situazione in cui stai quasi standardizzando l'attività, avere un team dedicato, che lavora anche sull'unità, presumo che aiuterà solo con quell'efficienza e quella produttività. È questo che stai scoprendo?

Glen:

Sì, utilizziamo i dati per confrontare le prestazioni tra i membri del team, ma anche con quelle delle altre organizzazioni con le migliori prestazioni. Quindi, siamo sempre alla ricerca di opportunità per migliorare. Molto dipende dalla durata del soggiorno, così come da ciò che effettivamente facciamo nei cinema. Ma l’altra sfida accanto a questa è semplicemente proteggere i letti elettivi per essere sicuri di gestire le cure urgenti.

La filosofia di Harkamal è che semplicemente non annulliamo l'attività facoltativa su questo sito, ed è qualcosa su cui ha molte discipline. Ed è una mentalità nell'organizzazione.


Chris:

Ciò che ho trovato piuttosto interessante è che hai posizionato la sala Vanguard leggermente lontano dal tuo normale blocco chirurgico, per dargli quel team dedicato, una risorsa dedicata e poi direttamente nei letti elettivi. Puoi spiegarcelo?

Harkamal:

Abbiamo costruito un corridoio appena fuori dal reparto elettivo di ortopedia e questo migliora davvero il percorso del paziente. I pazienti possono visualizzare dove stanno andando e quel viaggio è semplicemente molto più snello. Ogni micro guadagno che puoi ottenere in qualsiasi tipo di percorso teatrale aumenta davvero la produttività e l'efficienza complessiva, quindi è importante. Abbiamo l'opportunità, quindi potremmo anche coglierla ed è per questo che abbiamo deciso di metterla lì. E finora non abbiamo perso nemmeno uno spinello. Non sovraccarichiamo, quindi l'esperienza del personale è molto migliore. Iniziamo in tempo. Questo è ovviamente meglio per il personale e i pazienti. Quindi ha senso cercare di avvicinarsi il più possibile al paziente.

Chris:

Adoro la filosofia di non cancellare un paziente elettivo o una lista elettiva. E penso che sembri avere un intervento chirurgico dedicato per quella lista elettiva, anche se arriva un numero significativo di pazienti di pronto soccorso o traumatizzati, hai comunque quella struttura.

Harkamal:

Assolutamente, e questo indipendentemente dal teatro in cui si trova. Non annulliamo le materie facoltative per pressioni legate ai posti letto. Quindi, non metteremmo i pazienti in emergenza nella capacità dei letti elettivi. L'unico motivo per cui avremmo bisogno di annullare è se il paziente non è in forma o se, sai, c'è un imprevisto con l'attrezzatura o qualcosa del genere. Ma di regola non annulleremmo mai le lezioni facoltative, nemmeno in inverno. Semplicemente non lo faremmo ed è per questo che ha senso mettere l'Vanguard più vicino al reparto, perché sappiamo che comunque non lo useremo per nient'altro.

Chris:

Parlando con Tim (Tim Robertson, consulente chirurgo ortopedico presso l'ospedale di Warwick), ci ha detto in precedenza che una sostituzione articolare sembra essere sempre più un caso quotidiano e di conseguenza la durata del ricovero sta diminuendo. Ciò ha un impatto sulla liberazione dei posti letto o è semplicemente meglio per i pazienti in generale?

Harkamal:

Un pò di entrambi. Ovviamente è meglio per i pazienti. Non appena sarai operato, vorrai tornare a casa e iniziare il tuo percorso di riabilitazione. Stiamo cercando di vedere cosa possiamo fare di più in termini di eventuali casi aggiuntivi e questo sta già iniziando ad aumentare perché sappiamo che possiamo creare la capacità dei posti letto per portare più pazienti, come e quando appropriato. Si tratta di ottimizzare la parte pre-operatoria e poi quella post-riabilitazione, e riportare i pazienti a casa è una parte davvero, molto fondamentale.


Chris:

Come ti trovi, avendo lì un team Vanguard dedicato e anche un team di consulenti dedicati? Funziona bene?

Harkamal:

In maniera massiccia, sì. Penso che siamo molto fortunati. Gran parte del personale arrivato con l'Vanguard ha già lavorato qui in passato. Quindi, ricordano molti volti. Capiscono come lavoriamo qui. Quindi, quella disciplina attorno alla nostra programmazione e all'inizio puntuale, non abbiamo dovuto coinvolgere nessuno ed è stato abbastanza semplice.

Il team Vanguard è stato brillante. Si sono integrati davvero bene e poiché tutti si conoscono e il semplice fatto di avere quell'ambiente in cui tutti si vedono così spesso, ha fatto sì che l'integrazione fosse fluida e veloce. Quindi, nel giro di un paio di giorni, tutto è diventato come al solito.


Chris:

Glenn, mi risulta che stai fornendo supporto anche ad altri ospedali. Come funziona? Perché questo deve aggiungere un livello di complicazione, avrei pensato, in termini di gestione degli elenchi dei pazienti e...

Glen:

Sì, lo è, ma è stato davvero gratificante. In realtà abbiamo iniziato dall'interno Il gruppo della Fondazione, con Wye Valley, a Hereford, che è a un'ora e mezza di distanza. Inizialmente, ci chiedevamo se i pazienti avrebbero accettato questa offerta, ma a causa del modo in cui abbiamo strutturato il percorso, a causa del modo in cui abbiamo offerto il follow-up da parte dei nostri team nell'Herefordshire, è stato davvero ben accolto.

È stato fantastico per il team lavorare con il team della Wye Valley. Oltre ad assicurarsi che i tempi di attesa fossero più brevi, hanno condiviso parte di ciò che hanno imparato tra loro e di conseguenza hanno migliorato entrambi i servizi.

Chris:

Eccellente. E mi interessa questo caso finanziario, perché ovviamente Vanguard ha un costo perché hai personale aggiuntivo e capacità aggiuntiva. Il finanziamento basato sulle attività è cambiato, credo, all’interno del Servizio Sanitario Nazionale da aprile in poi. Questo ha aiutato? E il fatto che tu provenga da un bacino più ampio, supporta anche i costi aggiuntivi?

Glen:

Sì. Il ritorno del pagamento in base ai risultati è stato un elemento importante nella nostra riflessione a riguardo, così come la garanzia di ottenere buoni livelli di produttività dal teatro. Ho spinto per il ritorno in PBR perché penso che sia un ottimo modo per motivare i medici e penso che finché si riesce a sviluppare la capacità di investire nei loro servizi, allora saranno molto disposti a farlo.

Chris:

È quella mentalità, non è vero, di avere davanti a sé una sfida significativa e poi essere ricompensati per averla affrontata? È un grande incentivo per te come fiduciario, ma anche, come dici tu, anche per i consulenti.

Glen:

Sì, il blocco ortopedico qui è stato costruito qualche anno fa sulla base del vecchio modello PBR. Erano molto produttivi. Abbiamo lanciato loro una sfida con un carico di lavoro di alto livello, loro lo hanno portato a termine e siamo stati in grado di investire nel servizio, e questa è una buona filosofia.


Chris:

Siete chiaramente una fiducia che sta investendo nella formazione e nella formazione di quel tipo di futuri medici. Penso che anche tu abbia Acorn House da circa un anno ormai. Quindi, sei in grado di utilizzare la struttura Vanguard per formare la prossima generazione di medici o come vedi questo, andando avanti?

Glen:

Sì, ci siamo concentrati molto sia sulla formazione che sulla ricerca. Molti dei nostri medici, compreso il nostro team ortopedico, sono realmente coinvolti nella fornitura del livello successivo di servizio e nella condivisione di quanto appreso all'interno del servizio sanitario nazionale. Quindi, questo di per sé è un'attrazione per reclutare personale futuro, ma anche per formare chirurghi junior e garantire che quando sono con noi siano veramente impegnati e facciano ciò che vogliono fare come parte del loro programma di formazione. Quindi, anche la questione della produttività è importante.

Chris:

È davvero interessante ascoltarti perché, alla fine, sembra che il servizio sanitario nazionale abbia davanti a sé due sfide significative tra le tante. Uno intorno alle liste d'attesa in quell'ambiente post-COVID, ma poi anche l'arrivo della prossima generazione di medici e consulenti. Sembra che tu stia utilizzando il teatro Vanguard per aiutare in entrambi i casi, ma lo fai in un modo davvero intelligente.

Glen:

Sì. Abbiamo ottenuto lo status di università un anno fa e ciò si è basato sia sull'esperienza dei medici in formazione, lavoriamo prevalentemente con la Warwick Medical School, ma anche sulla formazione del personale di altre discipline. Quindi, in realtà, una delle altre considerazioni del team ortopedico è stata il modo in cui abbiamo sviluppato il nostro team terapeutico. All’interno del nostro team di trasferimento accelerato del South Warwickshire, questi ruoli sono stati estesi. Abbiamo anche professionisti clinici avanzati come parte del team. Quindi, la nostra teoria è quella di garantire che ogni membro del personale possa raggiungere il proprio potenziale e lavorare al massimo della propria licenza e sviluppare le proprie competenze, è per questo che abbiamo sviluppato il centro di formazione e perché abbiamo cercato di creare un po' di magnete per il reclutamento.


Chris:

Posso semplicemente porre una domanda sulla gestione e sul flusso dei pazienti? Attingere da diversi trust, nonché gestire tali PTL (elenchi di tracciamento dei pazienti) in modo da ottenere un rendimento più efficiente... Come lo gestisci?

Harkamal:

Aggiunge un certo grado di complessità, semplicemente perché hai un sottoinsieme separato di pazienti da gestire, ma il monitoraggio dei pazienti va avanti da sempre, quindi finché ti attieni alle stesse regole a cui sei abituato, e noi basta usare i nostri PTL nello stesso modo in cui lo abbiamo sempre fatto, questo è il punto. La mia passione è non reinventare la ruota, quindi mi sento frustrato quando le persone suggeriscono elenchi diversi per la stessa cosa.

Siamo bravi in questo qui, sai, il nostro team di traumatologia e prenotazione ortopedica, ad esempio, è eccellente. Hanno convalidato fino in fondo. Sappiamo esattamente cosa sta succedendo ai nostri pazienti. Sappiamo quando saranno pronti per essere qui. Sappiamo se hanno qualcosa in arrivo su cui dobbiamo lavorare, e questo è davvero importante ed è stato davvero fondamentale per massimizzare le nostre liste.

Nelle ultime due settimane abbiamo avuto pazienti che non stavano molto bene, ma abbiamo un intero gruppo di pazienti che sono pronti ad arrivare in breve tempo. Li chiamiamo la mattina e poi arrivano. Quindi, non abbiamo perso una sola opportunità di operare da quando è entrato in servizio Vanguard e abbiamo semplicemente adottato lo stesso approccio per i pazienti a cui offriamo mutua assistenza. Li aggiungiamo alla nostra lista e li gestiamo esattamente come faremmo normalmente.

Chris:

Ho sentito che gestisci molto bene anche la fase di preammissione, assicurandoti che i pazienti stessi siano i pazienti giusti da sottoporre all'unità Vanguard, per ottenere la giusta durata di degenza, mantenendola bassa e non avendo alcun potenziale post- complicanze chirurgiche.

Harkamal:

Assolutamente. Avere il paziente giusto al posto giusto è fondamentale per garantire la produttività, un buon risultato per il paziente e una buona esperienza per il paziente. E l'Vanguard non è diverso da questo. Quindi, abbiamo adottato la stessa filosofia con Vanguard.


Chris:

Abbiamo appena svolto un piccolo lavoro cercando di quantificare l'impatto sociale e il beneficio sociale di qualcuno che si sottopone a una sostituzione articolare e di averla eseguita prima. Ovviamente, hai un vantaggio finanziario da un trust, basato su PBR, per cui sai quanto vale il joint, e quindi sai che per 81 joint...

Ma è anche possibile iniziare a quantificare, attraverso gli "anni di qualità della vita" aggiunti per un paziente, quanto vale per lui. Inoltre, alla società nel suo insieme.

Sarebbe davvero interessante venire a conversare con te a riguardo e farti avere quei dati. Alla fine, potresti girarti e dire, beh, l'unità era "questo importo" in termini di costi, questo è un valore finanziario aggiunto alla fiducia e ovviamente commercialmente sensibile, ma questo è il valore aggiunto per il paziente.

Glen:

Sì, penso che ci sia anche una relazione tra attese elettive più brevi e cure urgenti, in particolare in ortopedia. Quindi, se riusciamo a gestire questi singoli pazienti, è meno probabile che arrivino come emergenza, il che rappresenta un impatto finanziario maggiore per il servizio sanitario nazionale e un risultato negativo.

Chris:

Giusto. È davvero piuttosto interessante quando si considera il beneficio per il paziente. Ovviamente c'è un vantaggio per loro. Possono tornare al lavoro prima, ma non hanno necessariamente bisogno di assistenti. I loro partner potrebbero essere in grado di tornare al lavoro, ma anche loro non vengono al pronto soccorso o non tornano al medico di famiglia. Quindi, c'è un risparmio sui costi a lungo termine.

Glen:

Basta essere in grado di mobilitarsi, in modo che, sai, siano in grado di vivere una vita attiva e indipendente. Come dici tu, l'onere continuo per il servizio sanitario nazionale quando non lo è, è davvero significativo.

Harkamal:

Lo abbiamo osservato attraverso la “lente delle disuguaglianze sanitarie”. Quindi, nel Warwickshire, penso che siano 16,9 anni per le donne e 19 anni per gli uomini in termini di numero medio di anni in cui le persone vivono in cattiva salute e molto di ciò è legato al dover aspettare così tanto tempo per avere accesso all'assistenza sanitaria . Quindi, se puoi accedere prima, avrai meno anni di vita in cattiva salute, il che comporterà una riduzione complessiva dei costi per l’economia del servizio sanitario nazionale. È molto importante.

Chris:

Penso che sia davvero interessante. In genere, quando parliamo dei fattori di successo per avere un cinema Vanguard, le persone spesso parlano più del lato finanziario delle cose. Penso che esista il pericolo di trascurare anche il beneficio del paziente e il valore che ne traggono e che possono restituire anche alla società. Quindi, è davvero bello sentire la tua opinione su come potrebbe essere per un paziente.

Harkamal:

Dal nostro punto di vista, ovviamente, i pazienti vengono visitati prima, è una bellissima esperienza per loro. Non vogliamo che i pazienti aspettino troppo a lungo per ricevere quel trattamento. Ma quando guardi le cose attraverso la lente delle disuguaglianze sanitarie, è allora che penso che questa conversazione prenda davvero vita. Sappiamo quindi che in quest’area i pazienti possono vivere tra i 16 e i 20 anni in condizioni di cattiva salute e ciò ha un costo reale e un impatto reale sulla nostra economia locale. Quindi, aiutare le persone a eseguire le loro operazioni prima, a mobilitarsi prima, a tornare al lavoro o a non aver bisogno di così tanto supporto, sembra davvero importante, e cercare di ridurre il tempo trascorso in cattiva salute è assolutamente un fattore trainante per noi, e comprendere la disuguaglianza e cosa ciò significa per ciascun individuo sembra piuttosto importante.

Chris:

È davvero affascinante e vorrei poter ricordare la statistica, ma sappiamo tutti che l'aspettativa di vita media è aumentata in modo significativo negli ultimi 50 anni, ma il tempo in più che qualcuno trascorre effettivamente vivendo una vita sana durante quel periodo è significativamente inferiore. Sono circa tre anni, credo, di vita più sana. Quindi, tutta l'attività aggiuntiva, come hai detto tu, in alcuni casi dura dai 19 ai 20 anni, di persone che vivono semplicemente in cattive condizioni di salute. Quindi vivono più a lungo, ma non ottengono realmente il valore o il beneficio di quella vita.

Harkamal:

Si Esattamente. E quando si pensa alle disuguaglianze sanitarie, è abbastanza facile pensare alla deprivazione, e questo è ovviamente molto importante, e proviamo a considerarlo all'interno del nostro modello e cerchiamo di comprendere quel dato demografico. Ma l’invecchiamento e l’essere anziani sono il principale determinante della salute e delle disuguaglianze sanitarie. È davvero vitale pensarci.

E quando guardi la suddivisione della nostra lista d'attesa per l'ortopedia traumatologica, sai, quei pazienti sono la generazione più anziana. E quindi, sappiamo che è probabile che si trovino ad affrontare disuguaglianze sanitarie. Quindi, è davvero importante affrontare quel gruppo e fare tutto il possibile per ridurre i tempi di attesa.

Chris:

Sì, e il rischio che una volta caduta sia che, potenzialmente, non sempre vada a finire bene...

Harkamal:

Esattamente. Non vogliamo che i pazienti arrivino da noi tramite il pronto soccorso. Li vogliamo qui in una lista d'attesa elettiva, dopo aver ricevuto un trattamento preoperatorio davvero, davvero buono, sani, in forma, disponibili e in grado di ricevere il trattamento, ricevere il trattamento e poi tornare a casa il più rapidamente possibile.

Chris:

Anticipare quando potrebbero esserci complicazioni. Sorprendente. È interessante perché lo stai usando per l'ortopedia e chiaramente, GIRFT (Getting It Right First Time) è stata una grande iniziativa nel NHS. In che modo questo ti aiuta con le tue prestazioni GIRFT?

Glen:

GIRFT è diventata una vera valuta per la produttività e i risultati clinici e nel corso degli anni è stata costruita da tutti i medici di ciascuna specialità. Quindi, il nostro team è stato piuttosto attivo su GIRFT per un po', ma questo ci ha permesso di portarlo a un altro livello dimostrando quella produttività e avendo la capacità di utilizzare tutti i chirurghi di cui disponiamo. Presiedo il comitato regionale per il recupero elettivo e abbiamo con noi Tim Briggs, che inserisce sempre i dati lì, ed è sempre bello vedere quando il South Warwickshire è in cima a quella lista.


Chris:

Glenn, come va?

Glen:

Sta andando davvero bene. Quindi è stato grandioso per il team sostenere la pianificazione di tutto questo. Abbiamo costruito un corridoio separato che dà loro accesso al teatro Vanguard. Ciò significa, in realtà, che in futuro saremo in grado di inserire un altro cinema, come e quando ne avremo bisogno.

Anche il modo in cui il team lavora dal punto di vista della produttività è stato fantastico. Siamo d'accordo con loro per aumentare il numero di pazienti nell'elenco. L'elemento preoperatorio, per assicurarsi che i pazienti giusti siano nell'elenco, è davvero importante. Importante è anche il passaggio da un paziente all’altro. Ma adorano davvero fornire assistenza e ridurre i tempi di attesa.

Chris:

E immagino che alla fine di tutto questo, guarderai indietro e penserai: 'abbiamo ottenuto ciò che volevamo ottenere?' Allora, cosa considereresti la misura chiave del tuo successo?

Glen:

Ovviamente, si tratta di ridurre i tempi di attesa del servizio sanitario nazionale: questa è una priorità nazionale, e di farlo in modo da garantire che coloro che ci circondano con tempi di attesa più lunghi vi accedano e che sia una grande esperienza per quei pazienti. Ma anche che funziona anche per l'organizzazione. Sta fornendo entrate che ci aiutano a raggiungere il nostro obiettivo di miglioramento dei costi. Quindi è una vittoria per tutti.

Chris:

(A Harkamal) C'è qualcosa da aggiungere?

Harkamal:

No. Penso che Glen abbia detto tutto! Cos'altro c'è da dire? Le persone che non aspettano e si divertono quando sono qui.

Condividi questo:

< Torna alle notizie

Potrebbe piacerti anche...

Il Nuffield Health Tees Hospital e Vanguard iniziano la costruzione di due nuove sale operatorie per aiutare il servizio sanitario nazionale e i pazienti privati

Sono iniziati i lavori per creare due nuove sale operatorie presso il Nuffield Health Tees Hospital, parte della più ampia organizzazione di beneficenza Nuffield Health. Vanguard Healthcare Solutions è leader nella costruzione dell'ampliamento a due piani appositamente costruito per ospitare due sale operatorie moderne e spaziose, in sostituzione delle attuali due sale operatorie esistenti dell'ospedale, vecchie di 43 anni
Per saperne di più

Vanguard può contribuire a contrastare il mancato accesso alle sale operatorie, individuato da RCS

Il censimento della forza lavoro chirurgica di RCS 2023 mostra che i problemi di accesso alle sale operatorie stanno contribuendo a lunghi tempi di attesa per le cure ospedaliere in tutto il Regno Unito
Per saperne di più

Vanguard porterà una sala operatoria a flusso laminare al The Operating Theatres North Show 2024

The Operating Theatres North Show 2024 - 8 febbraio 2024, Etihad Stadium, Manchester
Per saperne di più

Soluzioni sanitarie Vanguard
Unità 1144 Regent Court, The Square, Gloucester Business Park, Gloucester, GL3 4AD

crossmenu

Sembra che tu sia negli Stati Uniti

Abbiamo un sito diverso (www.q-bital.com) che si adatta meglio alla tua posizione

Click here to change sites

Rimani su questo sito